La via della Lana e della Seta


Da Bologna a Prato a piedi?

Percorriamo insieme l'antica via della Lana e della Seta. 

Antica via che collega le due città famose anticamente per questi due filati. Scorpiamo insieme la sua storia, cosa potrai ammirare una volta intrapreso questa avventura e non mancano mai le curiosità!

 

Perché percorre la via della Lana e della Seta?

La via della Lana e della Seta collega la città di Bologna con quella di Prato attraverso l’Appenino Tosco-Emiliano. Ti darà la possibilità di ripercorrere una antica via che racconta la storia di una delle principali vie commerciali che legava queste due città. Una via tra storia, cultura, natura, tradizione e enogastronomia.

Qual è la sua storia?

Quello che oggi chiamiamo Via della Lana e della Seta non è altro che il ritrovamento e la sistemazione di un antico tracciato viario, che ha visto fare le fortune di un intera classe sociale mercantile e che per le due città interessate porrà la basi di una prosperità economica per i secoli successivi.

Era lungo questo tracciato infatti che gli antichi mercanti commerciavano i loro beni e le loro eccellenze tra due parti distinte d’Italia; la Toscana, affacciata sul Mar Tirreno e lo stivale Italiano, e l’Emilia-Romagna, da sempre in contatto con il Nord Europa e, attraverso i porti adriatici, con il vicino Oriente.

Cosa puoi ammirare percorrendo questa via?

Il percorso, che si può fare sia a piedi che in mountain bike, ti permetterà di scoprire il territorio da Bologna a Prato lungo l’antica via mercantile di queste due eccellenti “capitali” dell’industria tessile dell’antichità.

Lungo il percorso potrai ammirare e scoprire luoghi legati all’arte e alla storia come per esempio: 

Piazza Maggiore, Via Riva Reno, l’Ex Filanda, la Chiusa di Casalecchio, Ponte di Vizzano a Sasso Marconi, Palazzo de’ Rossi, Monte Sole, il mausoleo di Marconi, Casa Morandi a Grizzana, la Rocchetta Mattei, Montovolo, Borgo la Scola, le terre di confine, Burzanella, Castiglione dei Pepoli, il parco dei laghi, la rocca di Cerbaia, la badia di Montepiano-Vernio, l’archeologia industriale della Toscana e Val di Bisanzio, la Villa del Mulinaccio, Badia San Salvatore e Museo, Il borgo di Parmigno, la Rocca di Cerbaia, il Cavalciotto, Piazza Duomo di Prato, Palazzo Datini e il Centro Pecci.

Sarà anche l’occasione di scoprire l’enogastronomia di queste due fantastiche terre. 

Curiosità!

Perché via della Lana e della Seta?

Il cammino collega idealmente e fisicamente Bologna, la città della Chiusa, dei canali e dei filatoi, per secoli capitale della seta con Prato, la città del Cavalciotto, delle gore e delle gualchiere, distretto della lana e del tessile. 

All'interno del nostro territorio quando la via attraversa  il Parco della Chiusa a Casalecchio di Reno. Anticamente una parte di questa tratta era conosciuta come "Via della Cavera".

Per maggiori informazioni e curiosità:

www.viadellalanaedellaseta.com

Sentiero dei Bregoli - La via della Cavera

Credits: fotografia Via della Lana e della Seta

Scarica
la mappa dei luoghi
in formato pdf

© Rete Proloco Reno Lavino Samoggia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Strumenti